Traduzione grafici diagrammi in inglese | PARI

Traduzione grafici diagrammi in inglese | PARI traduttori e interpreti esperti in traduzione di grafici e diagrammi per presentazioni aziendali dall’italiano all’inglese.

Gli errori da non fare:

La traduzione delle presentazioni aziendali in inglese deve essere fluida e ben comprensibile a un interlocutore straniero, leggera e non pesante, evitando soprattutto una traduzione letterale dall’italiano alla lingua straniera. Questo, infatti, soprattutto per chi non è fluente, può allungare molto la presentazione, rallentandola e rendendola meno interessante.
Pari Associati, agenzia di traduttori e interpreti, specializzata in traduzione di grafici e diagrammi per presentazioni aziendali in inglese, fornisce alcuni consigli per rendere la presentazione di un grafico in inglese più fluida ed interessante, senza passare da una traduzione letterale dall’italiano all’inglese.

Traduzioni di presentazioni aziendali in inglese: gli errori da non fare su grafici e diagrammi
• Durante la traduzioni di grafici e diagrammi in inglese non descrivere gli assi X e Y in dettaglio. Non partire dicendo “l’asse X descrive gli anni che vanno dal 2001 al 2015 mentre l’asse Y mostra i prezzi al consumo e come sono cambiati negli anni rappresentati nell’asse X”. Nella traduzione di presentazioni aziendali in inglese bisogna partire subito con la descrizione del trend, che farà comprendere già gli indicatori scelti, come ad esempio: “Prices of luxury cars sharply decreased in the past 12 years”;
• Non tradurre tutto del grafico, ma solo i trend o i punti più rilevanti: picchi positivi o negativi (negative, positive peaks), dati particolarmente importanti per l’azienda (our company kept prices higher than the market in 2012) e trend generali interessanti (prices slightly increased in 2015, the first increase after 10 years);
• Non descrivete la linea del grafico, ma quello che rappresenta. Non dite quindi “le line went up” o “the line went down”, ma descrivete il significato: “The number of people using smartphones to buy products online increased dramatically”.